Il Tribunale di Milano districa gli ultimi nodi sul leasing

Il tasso leasing è uno strumento di trasparenza e l’eventuale violazione del contratto deve avere come rimedio solo il risarcimento, non il ricalcolo dell’intero piano al tasso BOT. Questa tesi, sostenuta dai partner del nostro Studio Emilio Girino, Franco Estrangeros e Roberto Pavia, è stata accolta dal Tribunale di Milano con la sentenza 2008/2021.

Il Tribunale di Milano ha fatto chiarezza su molte questioni relative ai contratti di leasing, accogliendo le tesi offerte dal nostro Studio. La sentenza 2008/2021 prende posizione su aspetti troppe volte messi in discussione e dà ragione alla linea sostenuta dai partner del nostro Studio, gli Avvocati Emilio Girino, Franco Estrangeros e Roberto Pavia.

Leggi tutto

Negozi di prossimità: come salvarli senza tradire la loro identità

Secondo un rapporto del Parlamento Europeo, le piccole e medie imprese costituiscono il 99% delle imprese nell’Unione, forniscono due terzi dei posti di lavoro nel settore privato e producono più del 50% del pil europeo. Quella innescata dalla pandemia rischia pertanto di diventare una crisi sistemica i cui effetti non si abbatteranno solo su circa 25 milioni di pmi e circa 90 milioni di dipendenti. Le ripercussioni travolgeranno anche lo stile di vita di innumerevoli clienti abituati a fare affidamento sulla presenza delle microimprese: dal fruttivendolo alla macelleria, dalla calzoleria al corniciaio, ossia i cosiddetti esercizi di prossimità la cui solidità è un requisito espressamente indicato dall’articolo 3 del Recovery Fund.

Leggi tutto

PERCHÉ L’INDICIZZAZIONE AL CAMBIO NON COSTITUISCE UN DERIVATO IMPLICITO

Parte della giurisprudenza corrente qualificava come derivati, da sottoporre alla trasparenza finanziaria, le clausole di indicizzazione al cambio inserite nei contratti di mutuo e locazione finanziaria. La miglior dottrina sosteneva invece che si trattasse di un mero accessorio del credito, la cui operatività fosse destinata a venir meno in caso di cessazione del contratto principale.

Leggi tutto

BREVETTI E INTELLIGENZA ARTIFICIALE: L’EUROPA DEVE GARANTIRE TRASPARENZA

Come tutelare la proprietà intellettuale in materia di intelligenza artificiale, senza disincentivare i futuri innovatori? Sul Corriere della Sera, il Prof. Gustavo Ghidini e la Dott. Isabella Austoni, insieme al Vicedirettore Daniele Manca, propongono una soluzione normativa che garantisca trasparenza e progresso.

Un tema risolutivo per lo sviluppo e il governo delle nuove tecnologie passa dalla tutela della proprietà intellettuale, che può essere la strada maestra per conseguire più concorrenza, più conoscenza e più benessere dei consumatori.

Leggi tutto

PROPRIETÀ INTELLETTUALE E CONCORRENZA: IL NUOVO MANUALE ZANICHELLI DI GUSTAVO GHIDINI E GIOVANNI CAVANI

Proprietà intellettuale e concorrenza: il nuovo manuale Zanichelli di Gustavo Ghidini e Giovanni Cavani

L’editore Zanichelli ha pubblicato il nuovo manuale cofirmato dal Fondatore del nostro Studio, con un contributo del Partner Avv. Claudia Signorini sulla concorrenza sleale.

Come brevettare una nuova tecnologia? Come proteggere un segreto commerciale? Come garantire l’esclusività del design o di un marchio? Come salvaguardare il diritto d’autore nell’epoca di internet? Al nostro tempo i beni immateriali assumono sempre maggiore rilevanza e, pertanto, hanno bisogno non solo di essere tutelati giuridicamente ma anche di un quadro normativo che consenta di valorizzarli in maniera adeguata.

Leggi tutto

CI VUOLE UN’ETICA CHE TENGA A BADA GLI ALGORITMI

Ci vuole un’etica che tenga a bada gli algoritmi

Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale pone questioni che riguardano le libertà personali e il rispetto dei diritti umani. Sul Corriere della Sera, il Prof. Gustavo Ghidini e la Dott.ssa Isabella Austoni, insieme al Vicedirettore Daniele Manca, fanno il punto su quali limiti etici siano necessari al progresso tecnologico.

L’intelligenza artificiale è un tema di discussione che ormai è uscito dai laboratori degli esperti di informatica e sta planando sulle vite quotidiane delle persone comuni: basta pensare all’assistente vocale del nostro smartphone, alle pubblicità automatiche che ci propongono acquisti personalizzati, alla prospettiva ormai prossima e familiare dell’“Internet delle cose”.

Leggi tutto

LE CRIPTOVALUTE E IL RISCHIO DI UNA BOLLA FINANZIARIA

Si corre il rischio concreto di una bolla a causa delle criptovalute? Per quanto scarsamente regolate e per nulla quotate, di fatto e di diritto le criptovalute sono dei prodotti finanziari. Proposte e distribuite in una sostanziale assenza di regole, su un mercato che per gli altri prodotti invece presenta normative capillari e stringenti, le criptovalute sono sottoposte alla stessa volatilità dei prodotti finanziari senza però dover sottostare alle regole: ma la storia insegna che le bolle si verificano immancabilmente a seguito di un vuoto normativo o di una perdita di controllo.

Compito del legislatore dev’essere quindi di saper leggere la situazione attuale e non dover aspettare che la bolla esploda per doversene occupare.

Leggi tutto

ONLINE IL NUOVO NEWSLATOR: VIDEOSORVEGLIANZA, CONTRATTI FINANZIARI FUORI SEDE, NUOVE REGOLE MEF SUGLI ESPONENTI BANCARI

È disponibile da oggi il nuovo numero di Newslator, il bollettino di informazione e aggiornamento legale pubblicato dallo Studio Ghidini, Girino & Associati per guidare il pubblico attraverso le nuove normative e l’evoluzione della giurisprudenza.

Gli articoli di questo primo numero del 2021 di Newslator sono dedicati alla liceità della videosorveglianza al lavoro e in casa secondo il Garante della Privacy; al recesso dai contratti finanziari fuori sede; alla sanzione di 10 milioni di euro irrogata dall’AGCM all’azienda HP per aver violato la normativa sulle pratiche commerciali scorrette; e sulle nuove norme (più stringenti) del Ministero dell’Economia e delle Finanze in materia di esponenti bancari.
Leggi tutto

LA CASSAZIONE BOCCIA LA TESI DEI DERIVATI IMPLICITI NEI CONTRATTI DI FINANZIAMENTO

Con sentenza n. 4569 del 22 febbraio 2021, la Cassazione fa proprie le tesi della  miglior dottrina. Si tratta dell’annosa vicenda di cc.dd. derivati impliciti o incorporati, apparentemente nascosti in clausole di contratti di mutuo o di leasing denominati in euro ma parametrati al tasso di interesse di un’altra valuta, con le quali gli intermediari, erogando un prestito denominato in euro ma ancora al tasso di interesse di un’altra valuta, si assumono il rischio di variazione del tasso di cambio della valuta stessa.
Leggi tutto

VERSO LE NUOVE DISPOSIZIONI DI BANCA D’ITALIA SULLA VALUTAZIONE DELL’IDONEITÀ DEGLI ESPONENTI BANCARI

Si è conclusa il 19 febbraio la procedura di consultazione su nuovi termini e modalità per le verifiche di competenza di Banca d’Italia e per gli obblighi di comunicazione da parte di banche e intermediari nei confronti della Vigilanza.

Nel mese di gennaio Banca d’Italia aveva avviato la procedura di consultazione per la stesura di nuove “Disposizioni di vigilanza in materia di procedura di valutazione dell’idoneità degli esponenti di banche intermediari finanziari, confidi, istituti di moneta elettronica, istituti di pagamento e sistemi di garanzia dei depositanti”. La consultazione ha avuto termine lo scorso 19 febbraio.

Leggi tutto

WHATSAPP E I DATI PERSONALI: ECCO PERCHÉ IL SOCIAL POSTICIPA LA NUOVA PRIVACY POLICY

L’8 febbraio doveva essere il giorno in cui sarebbe cambiata la gestione dei dati personali su Whatsapp, invece non è stato così. Il social aveva infatti annunciato tre settimane prima una nuova privacy policy, che avrebbe comportato una maggiore invasività sui dati dell’utente. L’avvertimento è arrivato sullo smartphone di tutti gli utenti, anche di noi cittadini dell’Unione Europea, dove la nuova regola non avrebbe dovuto venire applicata.

Alla fine Whatsapp ha deciso di posticipare al 15 maggio la scadenza e adesso, tramite il proprio sito web, sta svolgendo una campagna informativa al riguardo. Cos’è successo nel frattempo?

Leggi tutto

CESSIONE QUINTO STIPENDIO: PER LA CASSAZIONE IL PEGNO NON VALE

Con sentenza del 29 gennaio, la Corte di Cassazione ha accolto la linea difensiva dello Studio, rappresentato nella circostanza dagli Avvocati Emilio Girino e Franco Estrangeros, riguardo alla inammissibilità del pegno su crediti di stipendio e TFR.

La legislazione vigente (d.p.r. 180/1950) consente ai dipendenti di indebitarsi presso banche o finanziarie e di rimborsare il prestito mediante la cessione del quinto dello stipendio. Simmetricamente, il codice di procedura civile impedisce ai creditori di aggredire più di un quinto dello stipendio del debitore, ad esempio per mezzo del pignoramento.

Leggi tutto

SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE E TRANSITION BOND: EFFETTI E PROBLEMI PER LE IMPRESE

L’acronimo è ESG, che sta per governance della sostenibilità ambientale (Environmental Sustainability Governance). È quella che un tempo si chiamava “responsabilità sociale d’impresa” e significa che le imprese non devono pensare solo al profitto ma anche a limitare l’impatto ecologico, migliorare le condizioni sociali, combattere le discriminazioni, ridurre gli sprechi. Ma la legislazione da sola può essere sufficiente a garantire la transizione ecologica o sarebbe più efficace escogitare incentivi concreti per rendere più sostenibile l’attività delle imprese?

Emilio Girino analizza luci e ombre dei controversi transition bond nella rubrica “Considerazioni inattuali”, su Milano Finanza.

Leggi tutto

BANCHE, FINANZE E ASSICURAZIONI: COSA CAMBIA CON LA BREXIT

Dall’1 gennaio 2021 è cambiato tutto per i settori più importanti del PIL britannico. Il mondo bancario, finanziario e assicurativo sono stati radicalmente trasformati dall’Accordo di Cooperazione Ue-Uk: tuttavia, questo documento che regolerà i nostri futuri rapporti con il Regno Unito presenta alcune lacune e punti poco chiari. È tempo di scoprire allora quali saranno gli effetti della Brexit sugli intermediari assicurativi, bancari e finanziari, come sarà influenzata l’efficacia dei contratti e, soprattutto, quali potranno essere le ricadute concrete sui clienti.

Roberto Pavia, analizza questi aspetti dell’Accordo di Cooperazione nella rubrica “I ferri del mestiere”, su Milano Finanza.

Leggi tutto

GUARDIAMO AVANTI CON TRE NUOVI SOCI

COMUNICATO

Gli Avvocati Claudia Signorini, Leonardo Gregoroni e Roberto Pavia sono diventati Soci dello Studio a partire da gennaio 2021. Sono giovani professionisti attivi nel diritto d’impresa che da tempo collaborano con lo Studio. La loro nomina si colloca nel solco della professionalità e della qualità che ci caratterizza.

Il riconoscimento dell’impegno, un’opportunità di crescita, un solido senso di responsabilità. Sono questi i valori individuati dagli Avvocati Claudia Signorini, Leonardo Gregoroni e Roberto Pavia nel diventare, da Associati Senior, Soci dello Studio Ghidini, Girino & Associati.

Leggi tutto

GARANTE PRIVACY, A BREVE NUOVE LINEE GUIDA SUI COOKIES ED ALTRI SISTEMI DI TRACCIAMENTO

BREAKING NEWS

Lo scorso 26 novembre 2020, il Garante Privacy ha comunicato l’avvio di una pubblica consultazione sulle nuove “Linee Guida sull’utilizzo dei cookie e di altri strumenti di tracciamento” (da ora in poi, le Nuove Linee Guida). La consultazione pubblica ha avuto avvio l’11 dicembre 2020 con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del relativo avviso (G.U n. 307 del 11 dicembre 2020) ed è ormai prossima alla conclusione (il 10 gennaio p.v.).

Leggi tutto

LA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA AFFONDA IL BREVETTO UNITARIO?

BREAKING NEWS

La Corte Costituzionale tedesca ha emesso, venerdì 20 marzo scorso, la decisione – attesa da quasi tre anni – sulla legge con cui il Parlamento tedesco aveva approvato l’Accordo sul Tribunale Unificato dei Brevetti, tassello fondamentale del Brevetto Unitario Europeo.

Ebbene, la Corte ha annullato tale legge, affermando che l’approvazione avrebbe richiesto la maggioranza di due terzi del Parlamento in quanto l’Accordo sopra menzionato modifica in termini sostanziali la Costituzione tedesca.

Leggi tutto