PIATTAFORME ONLINE: UN’INDAGINE DELL’AUTORITÀ PER LE COMUNICAZIONI

È tempo di nuove strategie per la regolamentazione digitale. Ne conviene l’Autorità per Garanzie nelle Comunicazioni, che lo scorso 4 febbraio ha avviato un’indagine conoscitiva sui servizi delle piattaforme online e le annesse problematiche, procedendo nella via tracciata dalla Commissione Europea.

Gli obiettivi infatti sono identici: proteggere i diritti fondamentali dei consumatori da possibili manipolazioni, salvaguardare il trattamento equo delle imprese che dipendono da quei servizi, responsabilizzare i distributori di contenuti. I risultati dell’indagine saranno comunicati in ottobre.

Il Prof. Gustavo Ghidini, Fondatore dello Studio, fa il punto su motivazioni e conseguenze dell’iniziativa dell’Agcom in un articolo scritto a quattro mani con la Prof. Valeria Falce su Il Sole 24 Ore, per l’Osservatorio della Fondazione “Bruno Visentini”.

“Le piattaforme online non si limitano a svolgere servizi di intermediazione ma diventano online gatekeeper, cioè ‘controllori’ di circolazione, elaborazione, memorizzazione e archiviazione dei dati attraverso motori di ricerca, servizi di cloud computing e messaggeria istantanea, e-mail, social networking, online advertising, sistemi di pagamento”, spiegano. “La delibera dell’Agcom chiarisce che, in presenza di pochi operatori, i comportamenti dei gatekeeper possono riverberarsi negativamente anche sui diritti fondamentali dell’informazione”.

Nella Sala Stampa del nostro sito è possibile consultare l’intera raccolta degli interventi – su testate giornalistiche o televisive – dei Soci dello Studio dal 2008 a oggi.