UNA RIVOLUZIONE NELLE REGOLE DI NAVIGAZIONE – LE NUOVE LINEE GUIDA DEL GARANTE SU COOKIES E TRACCIAMENTO

Hanno tempo fino ai primi dieci giorni del 2022 i titolari di siti e servizi web per adeguarsi alle nuove linee guida sull’utilizzo dei cookies e degli altri sistemi di tracciamento. Emanate in giugno dal Garante della Privacy, queste linee guida sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale lo scorso 9 luglio e risultano molto rigorose nell’individuare nuovi parametri per il rilascio del consenso volto all’utilizzo di cookies di profilazione nonché di altri sistemi di tracciamento.

La rubrica “Ferri del mestiere” su Milano Finanza analizza le principali novità del provvedimento, con un intervento dell’Avv. Franco Estrangeros, Socio dello Studio ed esperto nell’ambito della privacy. Ad esempio, per effetto delle nuove norme, i siti dovranno essere impostati di default per lo scaricamento di cookie tecnici (che ne consentono il funzionamento) senza però poter più ricorrere al cosiddetto cookies wall, che inibisce l’accesso all’utente qualora non approvi lo scaricamento di cookies commerciali. Per garantire un consenso esplicito e inequivoco, non sarà più permessa nemmeno la presenza di una casella di autorizzazione preselezionata, che lascia all’utente l’incombenza di negare il consenso “deflaggando” la casella stessa.

“Queste nuove regole integrano una prima, ma auspicabile e auspicata, rivoluzione della regolamentazione sulla navigazione online”, spiega l’Avv. Estrangeros. “Questo provvedimento può mettere all’angolo quel silenzioso ma potente strumento di profilazione che da oltre vent’anni spopola arrogante nella rete; se correttamente applicato, risolverà un primo problema a cui era esposto il popolo del web, cioè noi tutti. Credo sia il primo passo verso un web veramente democratico ed evoluto”.

Il testo integrale dell’articolo è disponibile cliccando qui [inserire link al pdf allegato a questo file, che va caricato nella sezione di “Sala Stampa” dedicato alla rubrica “Ferri del mestiere”].

Va sottolineato che già nel 2019 l’Avv. Estrangeros aveva proposto, al riguardo, l’opportunità di impostare obbligatoriamente i siti web in modo tale che fosse escluso lo scaricamento dei cookies di profilazione, come poi effettivamente sancito dal Garante.

La proposta era stata avanzata sulla rivista Privacy& in un corposo approfondimento scritto con l’Avv. Emilio Girino, Socio dello Studio, e l’Ing. Maurizio Bedarida, esperto in Digital Forensics e Cyber Security. Il saggio, intitolato Liberi di navigare ma senza porti sicuri: perché il diritto soccombe alla tecnologia. Una proposta di inversione è disponibile gratuitamente sul nostro sito.

Ricordiamo che nella sezione “Sala Stampa” è altresì possibile sfogliare l’intera raccolta della rubrica “Ferri del mestiere” dal 2010 a oggi.

I Professionisti dello Studio Ghidini Girino e Associati sono chiamati quali relatori di convegni, rendono opinioni su problematiche giuridiche, economiche e finanziarie su primari quotidiani nazionali e su emittenti televisive specializzate.