COSA INSEGNA AGLI INVESTITORI LA CRISI IMPROVVISA DEI SOCIAL NETWORK

Le ultime settimane sono state tormentate per il mondo dei social network. Elon Musk ha acquistato Twitter per 44 miliardi, il quadruplo delle stime degli analisti, introdotto gli account a pagamento e licenziato metà dei dipendenti. Meta/Facebook ha accattivato meno di metà dei 500.000 utenti preventivati per il Metaverso e si è disfatta di 11.000 dipendenti. Intanto, mentre questi due storici social faticano, il cinese Tik Tok ottiene sempre più successo dando agli utenti la possibilità di caricare microfilmati, delle vere e proprie esperienze condensate e lievi che sembrano soppiantare l’ambizione con cui i primi social erano nati: la discussione, il confronto, la libertà di parola. Nel giro di poco tempo, si è dunque assistito a un’evoluzione imprevedibile per gli stessi pionieri del virtuale.

Nella rubrica “Considerazioni inattuali” su Milano Finanza, Emilio Girino analizza le conseguenze economiche di quest’inversione di rotta sociologica, che vede i social storici finire vittime della stessa rivoluzione comunicativa che avevano generato poco tempo fa. Uno scossone improvviso che allontana gli investitori, danneggia i lavoratori, preoccupa i mercati.

“Non è solo un tema filosofico e sociologico: l’inversione di rotta ha un impatto prepotente su produzione e investimenti”, spiega l’Avv. Girino. “Non è affatto scontato che il consumo di beni fisici registri da qui a un decennio gli stessi livelli del passato, sicché i produttori dovranno ripensare le loro strategie. Il lavoro più duro spetterà però ai gestori, specie se di fondi previdenziali: per loro diventerà sempre più scomodo cavalcare un’onda così instabile e bizzosa. Sarebbe un’idea creare una specie di Fia (fondo di investimento alternativo) in grado di tracciare e replicare le tendenze evolutive dei consumi. Non indirizzando le decisioni in maniera predittiva ma creando un consumer tracking fund in grado di cambiare rapidamente la politica d’investimento, senza dover cambiare a ogni passo il regolamento di gestione”.

Il testo integrale dell’articolo è disponibile cliccando qui.  Sul nostro Sito è come sempre possibile consultare l’intera raccolta della rubrica “Considerazioni inattuali” dal 2009 a oggi.

I Professionisti dello Studio Ghidini Girino e Associati sono chiamati quali relatori di convegni, rendono opinioni su problematiche giuridiche, economiche e finanziarie su primari quotidiani nazionali e su emittenti televisive specializzate.